logo 28/08/2014 Immagine di
Rolando LIGUSTRI
Ripresa dall'Osservatorio
Astronomico di Talmassons (Ud)
Sezione
Ammassi
Globular Cluster M92: 197 KB; click on the image to enlarge
AMMASSO GLOBULARE M 92 - NGC 6341 (TIPO IV)
Catalogato anche come: GCL 59
Descrizione del Dreyer: glob. cl., vB, vL, eCM, rrr, st S; = M92
Ascensione retta: 17h 17,1m; declinazione: +43° 08' (J2000.0)
Dimensioni: 11,2'; magnitudine: 6,3
Distanza: 26.000 anni luce
Distanza da Pi Herculis: 6,4°; angolo di posizione: 3°

Rolando Ligustri, alla fine dell'agosto 2014, ha nuovamente inquadrato l'ammasso globulare M 92 / NGC 6341, ma stavolta esso è stato ripreso con la nuova strumentazione disponibile presso il nostro osservatorio astronomico di Talmassons (Ud). L'oggetto si trova nella costellazione di Ercole (Hercules-HER) ad una distanza di circa 26.000 anni luce da noi. Fu scoperto da Bode nel dicembre 1777, mentre Messier lo riscoprì indipendente nel marzo 1781. In cielo M92 si trova circa 9° a nordest di M 13, rispetto al quale esso è meno ricco di stelle e meno esteso.

Il diametro visuale risulta essere di 11,2' d'arco, corrispondenti ad un diametro effettivo di 85 anni luce. Con una magnitudine integrata di 6,3, in condizioni di cielo terso e buio, esso potrebbe venire osservato anche ad occhio nudo da una persona dotata di vista perfetta, ma già con piccoli strumenti si può individuare una macchiolina rotonda, luminosa e sfumata, che con strumenti di grande apertura risulta apparire molto più luminosa e con tantissime stelle sul bordo: è uno splendido soggetto per qualunque strumento ottico. La distanza di M 92, 26.000 anni luce, un quarto del diametro della nostra galassia.

Fa parte dell'alone della galassia, assieme ad altre migliaia di oggetti simili, disposti secondo simmetria sferica, come accade nelle altre galassie osservabili. La densità stellare al centro degli ammassi globulari può raggiungere le 30 stelle/pc3, contro le 0,3 stelle/pc3 nei pressi del Sole; da qui l'impossibilità pratica di osservarne il centro con i telescopi da terra.

Tutti gli ammassi globulari contengono stelle di II popolazione, cioè molto vecchie. Lo si riconosce costruendo per esse il diagramma di Hertzsprung-Russell, che presenta in ascisse il tipo spettrale (o altra grandezza ad essa riconducibile) e in ordinate la luminosità (o, preferibilmente, la magnitudine). Si nota così che la maggior parte delle stelle brillanti azzurre sono scomparse e si notano invece molte giganti rosse. In M 92 sono state scoperte soltanto 16 variabili, 14 delle quali sono del tipo RR Lyrae. La massa complessiva dell'ammasso globulare è di circa 330.000 masse solari e si avvicina alla Terra alla velocità di 112 Km/s.

Nel nostro sito internet sono presenti altre immagini dell'ammasso M 92: una fu presa Rolando Ligustri il 29/06/1998, una seconda da Rubes Turchetti il 14/08/2004, una terza sempre da Rubes Turchetti il 20/07/2005 (dalle 22:26 alle 23:00 T.U.; 76 KB). Ma stavolta l'immagine in alta definizione di quella a inizio pagina presa con la nuova strumentazione da Rolando Ligustri è veramente bella e ben dettagliata. Il miglioramento tecnologico della nostra strumentazione in tre lustri ha permesso di fare oggigiorno riprese inimmaginabili solo pochi anni fa. La ripresa HD qui linkata ha una dimensione di 3900x2650 pixel, ha una dimensione di 59,1 MB, compressi a 1.411 KB.

Di seguito riporto i dati del nostro planetario, il Guide 8.0

Commenti tratti dal Progetto NGC-IC:
Ammasso globulare
Tipo: IV
Asc. retta: 17 17 07.3 (J2000)
Declinazione: +43 08 11
Magnitudine: 6.4
Asse maggiore: 12.20 minuti d'arco
Costellazione: HER
Designazioni alternative:
M 92            GCL 59
Asc. retta: 17h17m07.3s
Declinazione: +43 08' 10"

Note dal Catalogo NGC2000:
J2000 AR: 17h17.1m
J2000 dec: +43 08'
glob. cl. , vB, vL, eCM, rrr, st S; = M92

NGC 6341: globular cluster, very bright, very large, extremely compressed middle, resolved, stars (pl.) small in
angular size; = M92

Commenti dalle Osservazioni di Steve Coe:
NGC 6341 (M 92)  Very bright, very large, much brighter in the middle and a little elongated at 100X.  I have always 
thought that M 92 stands up to comparison with M 13.  I shows a blazing core and many lovely chains of stars at 220X.  
Lord Rosse thought he saw spiral structure in this object with the 72".  13" near Jacob's lake on the North Rim 
of the Grand Canyon, 10/10 trans, 7/10 seeing.  M 92 at 330X is an official WOW!  Very compressed middle, dense core with 
chains out from it in all directions.  Averted vision makes it explode with faint stars.  I can see a hint of Lord 
Rosse's "spiral structure" from the curved chains of stars winding their way out from the middle of this dense globular.  
Great Stuff.  13" from Camp 613 7/10 seeing, 9/10 transparency.  Easily seen in 11X80 finder.  150X  Bright, large, 
round, much, much brighter in the middle.  220X  39 stars counted in NW quadrant, several long  chains with a few yellow 
members, all others white or silver.  Several delicate pairs and triples.  Averted vision really shows off lots of very 
faint background stars and doubles the size of this object--"the blinking globular".  330X is a great view, 
again the difference between direct and averted vision is quite dramatic.  There are 5 compact stars on the north side of 
the core that are just a bright spot at lower powers but at 330X resolve into a delicate grouping.  There are three curved 
chains of stars out from the core that I believe compose Lord Rosse's comment about spiral structure in this cluster.  
There snake their way from the center in three different direction, much like the arms in M101.

Commenti tratti dal SAC (Saguaro Astronomy Club) 7.2:
NGC 6341
M  92
Tipo di oggetto: GLOCL
Costellazione: HER
Asc. retta: 17 17.1 (J2000)
Declinazione: +43 08
Dimensioni: 11.2
Classificazione: IV
vB,vL,eCM,st 12...
Lord Rosse saw spiral structure

L'immagine a inizio pagina è di 883x600 pixel, a 16,8 milioni di colori, con una dimensione di 5,6 MB, qui compressi a 197 KB. Cliccandola l'aprirete a 1200x815 pixel. Il campo inquadrato è di 75'x50' d'arco.

Telescopio riflettore: Newton 500 mm di diametro, lunghezza focale: 1620 mm; f/3,24 (ottica Giacometti)
Montatura: Mathis Instruments MI-750 (Skypoint s.r.l.)
CCD: Sbig STLX-11002M con ruota portafiltri FW8S-STXL (Skypoint S.r.l.)
Tempo d'integrazione luminanza: somma di 4 pose da 300 secondi (20 minuti) in binning 1x1
Tempo d'integrazione crominanze: 1 posa da 120 secondi per ciascun colore (RGB) in binning 3x3
Filtri impiegati: Astrodon E-series LRGB
Elaborazione: Adobe Photoshop CS4, Astroart 5
Seeing: buono; trasparenza: buona

Ammassi | Oggetti Messier | Fotografia, ccd e ricerca | Articoli | Dizionario
Homepage
Copyright © 2014 di Lucio Furlanetto (testo) e Rolando Ligustri e Enrico Perissinotto (immagine)
Tutti i diritti riservati / All rights reserved

Pagina caricata in rete: 2 ottobre 2014; ultimo aggiornamento (2º): 4 ottobre 2014