logo 3KB 29/04/2009 Immagine di Mauro ZORZENON
Marco RUSSIANI e Mauro NARDUZZI
Ripresa dal deserto del
Kalahari (Namibia)
Sezione
Galassie
Omega Centauri globular cluster: 174 KB; click on the image to enlarge
L'AMMASSO GLOBULARE OMEGA CENTAURI (NGC 5139)
Catalogato anche come: GCI 24, C 80
Classe: VII
Ascensione retta: 13h 26m 8s; declinazione: -47 29' (J2000.0)
Dimensioni: 36,3' (976 al); magnitudine: 3,68
Distanza: 15.800 al (4.850 pc)
Massa: 107

I nostri soci Mauro Zorzenon, Marco Russiani e Mauro Narduzzi alla fine dell'aprile 2009 si recarono nel deserto del Kalahari in Namibia (Africa del sud-ovest). Il loro scopo era quello di ammirare il cielo meridionale senza inquinamento luminoso e scattate tante fotografie astronomiche. Il viaggio fu quasi interamente dedicato a questo e il risultato astronomico fu veramente di alta qualità. La zona centrale della Galassia osservabile dal nostro Sistema Solare presenta tanti oggetti interessanti, la cui lista à troppo lunga da fare in questa pagina e le immagini presentate nel sito lo confermano.
Qui vi presento invece uno degli oggetti più belli che si osservano dall'emisfero meridionale, l'ammasso globulare Omega Centauri (NGC 5139), il più cospiquo dei circa 130 della nostra Galassia. Ha un'età di circa 12 miliardi d'anni, ma si sospetta che esso possa essere addirittura il nucleo d'una galassia inglobata all'interno della nostra, la cui parte esterna fu smembrata dall'attrazione gravitazionale della Via Lattea. In effetti è varie volte più massiccio degli ammassi globulari più grandi conosciuti, avendo una massa stimata di circa 10 milioni di masse solari. Per quanto riguarda l'immagine c'è poco da dire, se non che essa è veramente splendida!

Chi desiderasse vedere l'immagine a piena risoluzione deve cliccare ngc5139_01_HD.jpg (1800x1370 pixel; 942 KB). Non compressa ha una dimensione di 14,1 MB.
Chi desiderasse approfondire l'argomento visiti la pagina di Wikipedia.

L'immagine ha una dimensione di 788x600 pixel, è a 16,8 milioni di colori; occupa 4,3 MB, qui compressi a 174 KB. Cliccandola l'aprirete a 1000x761 pixel.

Telescopio: Takahashi FS60C da 380mm
Digicam: Canon EOS 30D (modificata Baader per l'astronomia)
Sensibilità equivalente: 800 ISO
Tempo d'integrazione: somma di 8 esposizioni da 180 secondi (3 minuti)
Ingrandimento: 2x (2 volte l'originale)

Ammassi globulari | Fotografia, ccd e ricerca | Articoli | Dizionario
Homepage
Copyright © 2009 di Lucio Furlanetto (testo) e Mauro Zorzenon-Marco Russiani-Mauro Narduzzi (immagine)
Tutti i diritti sono riservati / All rights reserved

Pagina caricata in rete: 18 giugno 2009; ultimo aggiornamento (2º): 23 febbraio 2011