logo 3KB 04/03.2002
20:55 TU
Immagine di R. LIGUSTRI, V. SAVANI,
L. GUATTO E G. DEGANO
Ripresa dall'Osservatorio
Astronomico di Talmassons (Ud)
Sezione
Deep Sky
M 65 e M 66 - 54 KB
GALASSIA M 65 / NGC 3623 (SPIRALE)
Catalogata anche come UGC6328 / MCG2-29-18 / MESS65 / PGC 34612
Descrizione del Dreyer : B,VL,ME165,GBMBN
Ascensione retta : 11h 18m 55.2s ; declinazione : +13 05' 35" (2000.0)
Dimensioni : 9.7' x 2.8' ; magnitudine : 9.3 ; angolo di posizione : 174.0
Distanza fra le due galassie : 00 20' 10"
GALASSIA M 66 / NGC 3627 (SPIRALE)
Catalogata anche come UGC6346 / MCG2-29-19 / MESS66 / PGC 34695
Descrizione del Dreyer : B,VL,ME150,MBM,2*NP
Ascensione retta : 11h 20m 14.4s ; declinazione : +12 59' 42" (2000.0)
Dimensioni : 9.2' x 4.2' ; magnitudine : 9.6 ; angolo di posizione : 172.0

Nuova immagine delle due belle galassie spirale M 65 (Ngc 3623) e M 66 (Ngc 3627), situate nella costellazione del Leone (Leo) a circa tre gradi "sotto" Theta Leonis, la stella che identifica la pancia dell'animale stilizzato dalla costellazione. L'immagine ci propone bene i dischi elongati delle due galassie, mostrando con buona definizione i bracci delle spirali, le nubi di polvere e le brillanti regioni HII, che possono venire impiegate come tracciante dell'andamento dei bracci. Delle due, quella a sinistra, cio M 66, la galassia meglio osservabile, in quanto l'altra viene vista con un angolo abbastanza elevato e risulta in parte nascosta dal profilo del disco. Invece M 66 si guarda praticamente da un angolo polare, quindi l'intero disco viene osservato da grande angolazione e si mostra in tutta la sua interezza e bellezza. A parte le zone nucleari, ancora saturate, stupisce il notevole miglioramento nella definizione dei dettagli, resi pi incisivi dal miglioramento nella messa a fuoco dell'ottica e nel movimento d'inseguimento del telescopio da 350 mm. Il lavoro svolto dai soci che hanno migliorato le prestazioni del nostro "Celestino" (il nomignolo dato al telescopio sociale da 350 mm) stato tanto, ma questi risultati ripagano ampiamente coloro che hanno dato il proprio contributo.
La stella relativamente luminosa alla destra e in alto di M 66 risulta un po' saturata, mostrando un leggero effetto "cricicchio", cio la diffrazione dovuta al supporto dello specchio secondario.

Per maggiori dettagli sulle due galassie, vi rimando alle loro singole pagine, cliccando M 65 e M 66.

Quest'immagine da 996 x 403 pixel, a 256 toni di grigio, ed occupa 393.2 KB di memoria, qui compressi a 38 KB.

Telescopio Riflettore: NEWTON da 350 mm di diametro; 1750 mm di lunghezza focale; f/5
CCD: SBIG ST9E (KAF 261)
Tempo d'integrazione: somma di 2 pose da 120 sec

Oggetti Messier | Galassie NGC | Fotografia, ccd e ricerca | Articoli
Homepage
Copyright © 1998-2003-2005 di Lucio Furlanetto (testo) e 2003 di Rolando Ligustri (immagine)

Pagina caricata in rete: 26 maggio 1999; ultimo aggiornamento (3): 22 giugno 2005