12/11/2004 Immagine di
Rolando LIGUSTRI
Ripresa dall'Osservatorio
Astrononico di Talmassons (Ud)
Sezione
Supernovae
Supernova 2004et appeared in spiral galaxy NGC 3649: 132 KB; click on the image to enlarge
Supernova 2004et nella galassia NGC 6946
Supernova di tipo II
Magnitudine al momento della scoperta: 12,8
Galassia catalogata anche come UGC11597 / MCG10-29-6 / CGCG304-6 / PGC 65001
Galassia catalogata dal Dreyer come: VF,VL,VG,VSBM,RR
Galassia ascensione retta: 20h 34m 51s,9; declinazione: +60° 09' 15" (2000,0)
Dimensioni: 11,4'x9,8'; magnitudine: 9,9

Stavolta l'immagine qui sopra non mostra solamente la galassia NGC 6946, ma pure l'ennesima supernova apparsa nella sua bella spirale. L'isola stellare, situata nella costellazione del Cefeo (CEP-Cepheus), viene descritta come una "galassia spirale con condensazioni brillanti" (lungo i bracci); viene guardata di fronte e mostra quattro bracci. Lungo di essi si notano zone di formazione stellare e le zone HII, formate dalle nubi giganti d'idrogeno ionizzato una volta (che quindi ha perso il suo unico elettrone), emettenti la caratteristica riga colorata che li fa evidenziare così intensamente in rosso. Si vedono pure (anche se con un po' di difficoltà) gli ammassi globulari più brillanti e alcune delle nubi oscure di dimensione maggiore. L'oggetto, essendo per noi friulani circumpolare, è sempre sopra l'orizzonte, pertanto è possibile osservarlo in ogni mese dell'anno, in alcuni mesi molto alto sull'orizzonte, in altri rasente l'orizzonte.

La supernova, di tipo II, fu scoperta dall'italiano Stefano Moretti il 27,845 settembre 2004, durante la fase di luna piena. Questa Ŕ stata, sino al momento della scoperta, la seconda supernova pi¨ luminosa del 2004. La sua ospite ha la peculiaritÓ d'essere la galassia che ha prodotto il pi¨ alto numero di supernovae, essendone esplose in essa giÓ sette! Per questo motivo viene descritta come la galassia conosciuta pi¨ prolifica di supernovae. Da un'immagine di prescoperta di Jørgen Albertsen del 25,063 settembre 2004, quando l'oggetto era di 12,9, si sa che essa fu scoperta proprio al massimo (o entrro un paio di giorni da esso). La supernova fotografata da Rolando Ligustri, viene indicata dalla freccia e la si osserva nella parte periferica e sinistra della spirale, al termine di uno dei suoi bracci.

L'immagine Ŕ di 579x600 pixel, da 16,8 milioni di colori, con una dimensione di 6,5 MB, qui compressi a 132 KB. Cliccando l'immagine l'aprirete a 1008x1045 pixel. La risoluzione dell'immagine Ŕ di 2,4"/pixel, mentre il campo inquadrato Ŕ di 25'x25' d'arco.

Telescopio Riflettore: Newton 350 mm di diametro; lunghezza focale: 1750 mm (f/5)
CCD: SBIG FLI CM2-1
Tempo di integrazione luminanza: somma di 10 pose da 120 secondi in binning 1x1
Tempo di integrazione crominanze BVR: 180 secondi in binning 2x2

Supernovae | Galassie NGC 6001-7000 | Galassie NGC | Fotografia, ccd e ricerca | Articoli
Homepage
Copyright © 2007 di Lucio Furlanetto (testo), 2004 di Rolando Ligustri (immagine)
Tutti i diritti sono riservati/All rights are reserved

Pagina caricata in rete: 30 aprile 2007; ultimo aggiornamento (2º): 27 agosto 2011